Alternanza Scuola-Lavoro
Attività e Progetti

Alternanza Scuola-Lavoro

I cambiamenti del mercato e dell’organizzazione del lavoro richiedono di porre attenzione al sistema delle competenze che l’individuo deve acquisire per adattarsi alle trasformazioni rapide e continue del lavoro e delle professioni. Nel contempo, è necessario anche valorizzare le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali così che gli allievi aumentino la conoscenza di sé stessi e del territorio.

In quest’ottica, l’Istituto pone in essere una serie di iniziative/progetti che consentono agli allievi di trovarsi in situazioni concrete in cui mettersi alla prova.

Le attività coinvolgono, in una logica di rete, Imprese, Centri di servizi, Enti pubblici, Associazioni di categoria, Organizzazioni professionali ed Enti di formazione e si realizzano attraverso:

  • visite aziendali presso enti ed aziende: l’obiettivo è di far conoscere direttamente i fini istituzionali, l’organizzazione, i cicli produttivi e le figure di sistema;
  • percorsi di educazione imprenditoriale: l’obiettivo è di rendere l’allievo capace di verificare e misurare le proprie capacità imprenditoriali e imprenditive;
  • conferenze e seminari aventi ad oggetto tematiche economico-giuridiche di particolare attualità: l’obiettivo è fornire informazioni attendibili sulle chance di occupazione in FVG e in Italia per diplomati e laureati, nonché sui profili professionali per i quali le imprese lamentano difficoltà di reperimento;
  • incontri con esperti e/o figure professionali di riferimento: l’obiettivo è di fornire indicazioni su prospettive e attese del mondo del lavoro;
  • partecipazione a gare, concorsi e progetti di sviluppo imprenditoriale: l’obiettivo è di sviluppare le idee imprenditoriali degli studenti;
  • stage: l’obiettivo è di permettere allo studente di effettuare un’esperienza di formazione tramite affiancamento in un’impresa/ente, con valutazione esterna, che può portare all’assunzione diretta o che comunque può proficuamente essere inserita nel curriculum. Le attività di stage saranno oggetto di valutazione da parte del Consiglio di classe.

L’alternanza scuola-lavoro può essere realizzata, a giudizio di ogni consiglio di classe e preferibilmente nel corso della classe quarta, anche nella modalità dell’impresa formativa simulata, attuata mediante la costituzione di un’azienda virtuale animata da studenti. A tale riguardo l’Istituto da diversi anni partecipa al programma di educazione imprenditoriale “Impresa in azione” di Junior Achievement Italia.

Si tratta di una proposta formativa che viene continuamente rinnovata, in quanto tiene conto delle trasformazioni in atto sia nel mondo della scuola sia in quello del lavoro.

Nel nostro Istituto l’attività coinvolge le classi terze, quarte e quinte per un totale di 400 ore, ma può essere destinata anche a studentesse e studenti del primo biennio in ottica di rimotivazione allo studio.

Le attività si articolano come di seguito indicato:

Classi terze, 120 – 140 ore:

  • Formazione sulla sicurezza
  • Attività di orientamento al mondo del lavoro
  • Formazione in azienda o Impresa formativa simulata
  • Visite aziendali

Classi quarte, 160 ore:

  • Formazione sul curriculum vitae
  • Formazione sulla privacy in azienda
  • Formazione in azienda o Impresa simulata
  • Incontri con esperti esterni su temi di attualità
  • Attività di orientamento al mondo del lavoro
  • Visite aziendali

Classi quinte, 100 – 120 ore:

  • Formazione in azienda o Impresa formativa simulata
  • Incontri con esperti esterni su temi di attualità
  • Attività di orientamento al mondo del lavoro
  • Visite aziendali

L’Istituto quest’anno organizza l’attività per le classi Terze e Quarte nei seguenti periodi:

•  classi Quarte:  dal 22 gennaio 2018 al 17 febbraio 2018
•  classi Terze:  dal 28 maggio 2018 al 23 giugno 2018

Durante i succitati periodi, gli studenti permarranno in azienda da un minimo di 35 ore fino ad un massimo di 40 ore settimanali con un orario da concordare fra azienda e stagista e da comunicare al tutor scolastico.

Il progetto scuola-lavoro è regolato, sulla base della normativa vigente, da una apposita Convenzione che prevede la copertura assicurativa degli studenti a carico della scuola, sia per quanto concerne la responsabilità civile che per gli infortuni durante la permanenza in azienda.

Da quest’anno, l’adesione ai percorsi in oggetto deve essere gestita attraverso il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro, istituito presso le camere di commercio. Il registro è composto:

1. da un’area aperta e consultabile gratuitamente in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a svolgere percorsi di alternanza;

2. da una sezione speciale del Registro delle Imprese di cui all’art. 2188 del Codice Civile, a cui devono essere iscritte le imprese per l’alternanza scuola – lavoro; tale sezione consente la condivisione, nel rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali, delle informazioni relative all’anagrafica, all’attività svolta, ai soci e agli altri collaboratori.

Dal portale www.scuolalavoro.registroimprese.it è possibile quindi effettuare gratuitamente l’iscrizione al registro per l’alternanza scuola-lavoro, aperta a tutte le imprese iscritte al registro delle imprese, agli enti pubblici e privati ed ai professionisti. Gli enti pubblici, privati e professionisti possono iscriversi esclusivamente online, andando nella home page del sito istituzionale scuolalavoro.registroimprese.it e selezionando “PROFILO”.

La corretta iscrizione nel registro per l’alternanza scuola-lavoro è notificata tramite un messaggio PEC inviato alla casella PEC del soggetto richiedente che, con l’iscrizione, risulta automaticamente presente sul portale con visibilità al pubblico attraverso le funzioni di ricerca.

Le aziende possono comunicare la propria adesione all’iniziativa tramite la compilazione del Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro e del Modulo di adesione Aziende, se possibile per tutti i periodi previsti.

Per accogliere gli studenti impegnati in Alternanza Scuola-Lavoro è necessario che l’azienda si doti entro l’inizio dell’attività di un’apposita sezione all’interno del proprio Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.); si allega una proposta per l’integrazione del D.V.R. aziendale.

Per maggiori informazioni e richieste di chiarimento il referente del progetto prof. Andrea Duni e tutti gli insegnanti componenti il gruppo di progetto è disponibile all’indirizzo mail

alternanza-scuola-lavoro@itcdeganutti.org